Chi viene, chi va, chi resta.

Storie di immigrazione e emigrazione

di Giulia Magnabosco, regia G. Magnabosco

 

Lo spettacolo è un caleidoscopio di esperienze degli immigrati ed emigrati di ieri e di oggi nella zona dell'est veronese. La materia prima da cui trae spunto sono i racconti -autentici ed anonimi- di chi negli ultimi 80 anni si è spostato da e per la zona dei ciliegi e delle industrie.

"Chi viene, chi va, chi resta" è un archivio sempre parziale e in evoluzione; le interviste vengono raccolte man mano che procedono le repliche, in modo tale da non fissarsi in uno schema "ripetitivo" bensì in un farsi imperfetto come lo è l'esperienza umana. 
"Chi viene, chi va, chi resta" è uno spettacolo dell'uomo per l'uomo, unico vero animale migratorio per eccellenza; è un contenitore di emozioni, aspettative, speranze e spensieratezze di chi ogni giorno prepara la valigia e di chi da più o meno tempo l'ha dimenticata in soffitta. 

 

 

Calendario repliche

 

 

 

Necessità tecniche

PALCO                          

Lo spettacolo è estremamente versatile e può essere allestito 

in spazi non convenzionali (saloni, giardini, piazze, etc.)

CORRENTE

3 kw min.

Necessità tecniche

PROSSIMI EVENTI

Sabato 11 gennaio 2020 ore 20.45

“Se fa sempre in tempo”

Chiampo (VI)

Sabato 1 febbraio 2020 ore 20.45

“Se fa sempre in tempo”

Sanguinetto (VR)

Sabato 4 aprile 2020 ore 20.45

“Sior Todero Brontolón”

San Giovanni Ilarione (VR)